A Camaiore tra i 200 gatti del rifugio “I Miciottoli”
W774+WC Camaiore, Provincia di Lucca
Data
Indice

Dalla Fiera “Vita All’aria Aperta” dove abbiamo passato l’intera giornata di sabato ci spostiamo verso Viareggio, non per il carnevale che al nostro arrivo è in pausa, ma per passare un pomeriggio a Camaiore tra i mici del rifugio Ata Versilia ONLUS – Rifugio “I Mìciottoli” | http://www.miciottoli.it/

Il Rifugio “i Miciottoli”

Oltre 200 gatti ospiti del rifugio

Questo rifugio raccoglie circa 200 gatti in attesa di adozione (anche a distanza) che fra pochi giorni purtroppo/per fortuna saranno incrementati da altri 30 pelosi bisognosi di cure.

Per accedere al Rifugio i Miciottoli alla mattina di domenica telefoniamo per essere sicuri di poter essere accolti e di poter parcheggiare il camper, ci rispondono che ci ospitano volentieri e che il camper non è un problema.

Parcheggio

  • Al nostro arrivo ci fanno parcheggiare fuori dalla struttura perché le recenti piogge hanno ammorbidito troppo il terreno e non vogliono rischiare di farci impantanare. In condizioni di tempo stabile invece il camper può essere parcheggiato nel loro terreno ma per conferma è meglio sempre telefonare ad Angela al numero che trovate nella loro pagina facebook.

L’entrata nel Rifugio

Quando si entra all’interno del Rifugio I Miciottoli è come accedere ad un parco giochi per gatti, dove gli “ospiti” in attesa di essere adottati trovano le migliore cure, spazio, cibo, comode cucce, giochi e enormi tira-graffi con cui divertirsi.

Ogni gatto ha il suo proprio carattere, chi un po’ schivo, chi in attesa di coccole e carezze.. ma tutti i gatti del Rifugio i Miciottoli sono liberi di muoversi a proprio piacimento e non chiusi in gabbie come purtroppo spesso accade.

Il pomeriggio trascorso all’interno del rifugio è stato bellissimo circondati da questi micioni che fanno a gara per farsi fare le coccole e per venirti in braccio. Ci rendiamo conto che l’impegno profuso dalle tate è encomiabile e il lavoro é tanto.

Noi purtroppo siamo capitati anche in un giorno di emergenza e mentre una volontaria ci porta a vedere la struttura e a far conoscenza con i mici, ci racconta che poche ore prima sono state allertate per salvare altri 30 gatti che vivevano in uno stato di totale abbandono all’interno di gabbie fatiscenti… vivevano? forse è il caso di dire sopravvivevano visto che tutti sono stati trovati in un pietoso stato di salute.

Far fronte a una situazione del genere per le tate sarà molto dura anche dal lato economico visto le cure veterinarie di cui tutti avranno bisogno, ma da parte loro non c’è stato alcun dubbio, hanno subito incominciato a organizzarsi per portare a temine il recupero dando una possibilità a quei poveri mici di trovare per il momento un ambiente migliore e poi, magari, una casa e una nuova famiglia.

Nel seguite il loro profilo FB e potrete seguire la storia degli ultimi gatti salvati e portati al rifugio.

Alla fine siamo rimasti presso il rifugio per più di tre ore a giocare, accarezzare e coccolare un numero indefinibile di “miciottoli”, mentre le volontarie si davano da fare per preparare la cena per tutti i 200 ospiti con un’attenzione particolare per quelli con le varie intolleranze alimentari.

Anche se alcuni gatti timidi, i più intraprendenti, appena vi sedete ve li  troverete che fanno a gara per venire sulle vostre gambe e farsi accarezzare.

Che dire, se siete nella zona di Viareggio andate a trovare i Miciottoli, passerete un bellissimo e rilassante pomeriggio e vi renderete conto di com’è gestito questo paradiso per gatti dove tutti i mici hanno un nome che le tate sanno a memoria e tutti sono trattati come principi.

Come e cosa fare per aiutare il Rifugio “I Miciottoli”

Gestire 200 gatti, sfamarli, curarli e accudirli e tenere pulita la struttura è un compito che i volontari svolgono con impegno e dedizione, il cibo, le coccole, il cambio delle lettiere e la pulizia e il gioco non mancano mai.

Però anche i costi per il mantenimento della struttura, che vive solo di volontariato è notevole, un piccolo aiuto/contributo da parte di chi può e vuole farlo è l’unico modo portare avanti questo bellissimo progetto e permettere a questi e ad altri mici sfortunati di trovare amore e tranquillità. Lo scopo finale è quello di trovare per tutti una sistemazione decorosa presso una famiglia. Se amate gli animali e i gatti, alcuni dei quali hanno già speso qualcuna delle loro sette vite, fatevi avanti e proponetevi per l’adozione, anche a distanza.

Donazioni e aiuti

Visitate il loro sito internet, per avere tutte le informazioni e seguire le loro iniziative e per effettuare donazioni o adozioni a distanza. 

Ma meglio ancora se vi capita di passare in quelle zone fate una tappa al rifugio, vi sentirete e sarete graditi ospiti. Noi quando ci troveremo da quelle parti, torneremo senz’altro a fare un po’ di pet-terapy. ❤️❤️❤️

Parcheggio: Con il Camper chiedere alla struttura prima di arrivare

2 risposte

  1. Ho sempre avuto gatti fin da quando ero bambina, per cui sono molto sensibile a queste tematiche. Quando ho trovato questo rifugio, dovevo andare a vedere com’era perché gestire 240 gatti non è facile. E poi la pulizia del luogo dove non senti assolutamente nessun odore… Il rifugio i Miciottoli è uno dei pochi rifugi per gatti (e cani) che sono da citare a modello. Per questo penso che vada aiutato in qualsiasi forma e modo e poi fanno eventi per bambini e molte altre iniziative.

  2. Quanta dolcezza questo post ❤ Grazie di averne parlato, nel mondo che sogno gli animali non vengono mai acquistati ma soltanto salvati grazie anche a strutture nobili come questa. Ma poi il nome! Adorabile!! 🤩

Lasciaci un commento

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su pinterest
Altri viaggi in Italia
Altri viaggi in Europa