l’oasi di Haucachina

Data

Indice

Oggi da Paracas arriviamo all’oasi di Huacachina, una vera e propria oasi nel deserto a 300 km a sud di Lima. Il villaggio è stato costruito attorno ad un piccolo lago naturale formatosi nella zona desertica di Ica.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’oasi è circondata da numerose dune, che si elevano da terra per diversi metri, diventando molto simili a delle vere e proprie colline e si ha l’impressione di trovarsi nel bel mezzo al deserto del Sahara, quando in realtà si è ad una sola ora di distanza dalla costa del Pacifico.
Il nostro ostello si trova affacciato sulla laguna e a ridosso delle dune. Quando arriviamo il ragazzo, un brasiliano rasta che lo gestisce ci accoglie con un bicchiere di pisco e ci inviata a una partita a Jenge in corso tra gli altri ragazzi che soggiornano qui.
Pranziamo tutti insieme poi, dopo un giro per le foto, alle 4 partiamo con la dune buggy per una corsa sulle dune e per aspettare il tramonto da una di quelle più alte.
Riusciamo a montare sui posti davanti, così ci godiamo ancora di più il giro e riesco a fare anche qualche video.
Buttarsi giù dalla duna a tutta velocità ti toglie il fiato e risalire subito dopo su quella davanti ti toglie anche lo stomaco…
Facciamo un po’ di soste e poi tirano fuori le tavole da snow per scendere dalle dune più alte. Alberto ci va… io no… di sabbia finora ne ho mangiata anche troppa per i miei gusti, non voglio trovarmi tutto il deserto in gola!!!! Si distende sulla tavola e a testa in giù si butta per la duna e si procura un tatuaggio peruviano bruciandosi il braccio sulla sabbia mentre scende.
Si prosegue tra una sosta foto e una discesa con le tavole fino quasi al tramonto.
Lo spettacolo è bellissimo tutto intorno sabbia e dune che sembrano disegnate per le sfumature che hanno e di fronte il sole, che, come una palla di fuoco ci tramonta dietro.
Torniamo in ostello ceniamo con tutto il gruppo che ormai si è
consolidato, dopodiché alcuni partono, prenderanno il pullman della notte per Arequipa, alcuni come noi restano per passare la notte nel deserto. Domani mattina con un pullman andremo a Nazca per sorvolare le famose linee.

Lasciaci un commento

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su pinterest
Altri viaggi in Italia
Altri viaggi in Europa